IMG 5578E' andata in scena domenica sera, nella splendida cornice del castello villardorese, Abulia, la prima dello spettacolo di Giorgio Quarello, costruito con gli allievi del corso di teatro di quest'anno. Ottima la risposta del pubblico, che ha gremito la sala e tributato a regista e attori lunghi applausi.

Abulia è stato l'esordio vero e proprio dell'associazione Anagramma Teatro, nata all'inizio di quest'anno a Villar Dora con l'obiettivo di portare sul territorio attività, teatrali ma non solo.

IMG 5593Claustrofobico e ansiogeno, Abulia dipinge uno stralcio della nostra società moderna in cui diventa spesso sempre più difficile trovare punti di riferimento, soprattutto etici.

La solitudine dell'individuo all'interno della collettività viene messa a nudo in maniera quasi violenta attraverso l'utilizzo delle luci e della musica oltre che dalle parole degli attori. Buio e silenzi si alternano a parole quasi gridate e suoni che stridono nelle orecchie. Il sovraccaricamento di informazioni, di necessità di apparire, essere e possedere rendono l'individuo sempre più indifferente, incapace di reagire agli stimoli, abulico.
 
IMG 5621I protagonisti sono stati Irene Alaimo, Giuseppe Avignone, Elisabetta Biglia, Laura De Pascalis, Morena Martinelli, Silvia Monge ed Elena Perotto. Testo e regia sono di Giorgio Quarello. Fondamentali sono stati anche l'aiuto regia di Giuseppe Avignone e la regia luci e musiche di Enrico Seimandi.