Villar Dora aderisce all’Unione montana dei Comuni della Bassa Valle di Susa e Val Cenischia e ne approva la bozza di statuto.

La legge regionale del 28 settembre 2012 che sanciva la tanto discussa fine delle Comunità Montane e la loro trasformazione in unioni dei Comuni, infatti, ha costretto i piccoli comuni montani, in particolare quelli con meno di tremila abitanti, a riorganizzarsi.

L'Assemblea dei Sindaci della Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone , adempiendo a quanto stabilito dalla legge regionale, il 13 dicembre del 2012 ha deciso di mantenere "l'ambito territoriale della comunità montana come ambito ottimale di gestione associata per la costituzione di una o più unioni montane di comuni", per gestire in forma associata i servizi. A quella prima riunione ne sono seguite molte altre con la nascita, ad ottobre 2013, di quattro unioni di comuni sul territorio. Fra questa anche l’unione della Bassa Valle di Susa e val Cenischia.

Ora i comuni che hanno aderito all’unione hanno preso atto della bozza di statuto, redatto alla luce della legge sulla montagna (che riconosce nell’unione dei comuni la forma associativa in grado di rivestire il ruolo attuatore delle politiche regionali per la montagna) e del ddl Delrio, presentato il 20 agosto 2013 e ora all’esame del Parlamento. La bozza di statuto, dunque, tiene conto delle modifiche apportate da queste ultime modifiche legislative ed è stata inviata a tutti i Comuni per la formulazione di ulteriori osservazioni.

L’Assemblea dei Sindaci dei Comuni della Bassa Valle di Susa e Val Cenischia, che si è riunita il 5 dicembre, ha approvato le modifiche al documento. Il Comune di Villar Dora, con una delibera del consiglio comunale, ha aderito ufficialmente e all’unanimità all’Unione dei Comuni e ha approvato i 36 articoli contenuti nella bozza di Statuto.