Voto degli elettori temporaneamente  all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e dei familiari conviventi

La legge n. 459/2001, come modificato dalla legge n. 52/2015, in caso di elezioni politiche e per i referendum di cui agli articoli 75 e 138 della Costituzione, prevede il voto per corrispondenza per gli elettori temporaneamente all’estero, ricadenti nelle casistiche sopra enunciate.

Coloro che, avendone i requisiti, intendono avvalersi di tale facoltà dovranno compilare il modello di seguito pubblicato (oppure a disposizione presso gli uffici comunali), e trasmetterlo, al proprio Comune di residenza, preferibilmente entro il giorno 13 marzo p.v.. In sede di prima applicazione della norma suddetta verranno accettate tutte le domanda presentate, inderogabilmente, entro il giorno 17 marzo 2016 a mezzo posta, telefax, per posta elettronica anche non certificata, oppure recapitate a mano al Comune anche da persona diversa dall’interessato.

Villar Dora 2.0. L'amministrazione comunale ha creato quattro nuovi punti wifi in città dove la connessione è libera e completamente gratuita.

Così la città compie un altro passo verso la digitalizzazione dopo il servizio informativo via mail e sms dedicato a tutti i cittadini. Questa volta però i destinatari non sono solo i cittadini ma tutti coloro che per svago o per piacere si trovano a passare da Villar Dora.

I luoghi scelti dall'amministrazione sono alcune delle aree di maggiore aggregazione come la biblioteca e il centro sociale di via Pelissere. Il terzo punto wifi è stato installato nella sede dell'associazione di Montecomposto, una delle borgate di Villar Dora, mentre il quarto è presso la Scuola dell'infanzia "La Giostra"

L'amministrazione rimanda la rotatoria con via Avigliana e dirotta le risorse sulla sicurezza dei pedoni.

lavori pubblici L'amministrazione comunale ha deciso di rimandare la realizzazione di una rotonda tra via Avigliana e via Sant'Ambrogio. “Ci sono interventi di viabilità più urgenti sul territorio comunale soprattutto per quanto riguarda il transito pedonale”, spiega l'amministrazione.

Il progetto della rotatoria risale al 2012 e per realizzarlo sarebbero stati necessari 115mila euro. Il progetto, però, non è mai andato oltre la fase preliminare e le risorse sono rimaste immobilizzate condizionando, fino ad ora, le scelte del Comune in materia di investimenti. Ora la giunta di Mauro Carena ha deciso di rimandare l'esecuzione dell'opera, mettendo in cima all'agenda delle “cose da fare”, interventi come un marciapiede in via sant'Ambrogio.

La giunta ha infatti appena approvato il progetto preliminare dei lavori.

“L’intervento riveste particolare importanza per la sicurezza dei cittadini non potendo consentire che un’arteria di veloce scorrimento ma all’interno del centro abitato, come via Sant'Ambrogio, sia priva di marciapiede con pericolo per l’incolumità dei pedoni”, scrive l'amministrazione nel documento.

Il progetto è stato realizzato dall'architetto Fabrizio Polledro di Torino .

E in via Piotere arriva il percorso ginnico...

Via Piotere diventerà un percorso della salute. L'amministrazione infatti ha deciso di realizzare sulla strada un itinerario ginnico, risistemando anche la viabilità esistente.

I lavori costeranno all'amministrazione circa 6mila euro, risorse che rientreranno come mantenute a residuo nel bilancio 2014.